Maggio 10, 2020 Sarah meglio stare zitti…

Sarah meglio stare zitti…

Leggo oggi quanto successo ieri: il cardinal Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, ritira la sua firma da una petizione – proposta da mons. Carlo Maria Viganò – in cui si fa presente come «con il pretesto dell’epidemia del Covid-19, si è giunti in molti casi a ledere i diritti inalienabili dei cittadini, limitando in modo sproporzionato e ingiustificato le loro libertà fondamentali, tra cui l’esercizio della libertà di culto, di espressione e di movimento».

Fino a qui niente di straordinario: che un Principe della Chiesa, nel pieno esercizio dei suoi diritti, decida di ritirare una firma da una petizione (giusta o sbagliata che sia), non dovrebbe far scalpore.

Il problema è il retroscena: l’ex nunzio apostolico Viganò non ha perso occasione di creare nuovamente confusione all’interno della Chiesa, facendo pervenire documenti e registrazioni che testimoniano il suo legame d’amicizia con il cardinal Sarah e la completa adesione del Prefetto alla petizione, insinuando, dunque, che il ritiro della firma sia dovuto più a ragioni di convenienza che a una libera scelta di Robert Sarah.

Questo episodio, che nel giro di poche ore finirà nel dimenticatoio, testimonia quanto ora più di prima necessitiamo di una voce unica che guidi il popolo: non parlo solo della Chiesa – riferendomi alle confuse idee e dichiarazioni di CEI, vescovi e prelati sulla questione “messe”, i quali indicano A navigando verso B, per poi dire che era meglio C – ma anche alla situazione politica nazionale e internazionale (a chi dare i resti? Conte? Comitato tecnico-scientifico? Unione Europea? Il virologo Fauci?).

Due cose credo siano evidenti agli occhi di tutti: l’unica cosa che si sa di questo virus è che non se ne sa nulla, e politici, vescovi e scienziati non perdono occasione per dare fiato alle trombe (alimentando così una confusione generale, che mette in crisi l’individuo e il popolo allo stesso tempo).

Dateci una voce unica, autorevole e affidabile che ci spieghi come stanno le cose, ora. Altrimenti Sarah meglio stare zitti.

Andrea Civita

Tagged on:

One thought on “Sarah meglio stare zitti…

  1. Mons. Viganò non finirà mai di stupire. Il classico personaggio che sembra predicare bene ma in realtà non fa che tirare sempre acqua al suo mulino. Passa per vittima del sistema ma perché di quel sistema non ne fa più parte o, meglio, voleva farne parte e qualcuno (che di guai ne ha combinati tanti ai tempi di BXVI) gli aveva fatto pure credere che sarebbe diventato cardinale!!
    Peccato che i cardinali li fa il papa e non il segretario di stato….
    Risentito e spedito a Washington non ha fatto altro che “predicar bene” ma in realtà non fa che spargere zizzania.
    Certamente qualcosa di vero dice, ma a che scopo ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: